31
Mar
08

Debito pubblico, PIL e … Giappone

Forse molti di voi sapranno già quello che sto scrivendo. Forsi molti di voi pensano che oramai sia più che normale.

Prima le due definizioni:
Debito Pubblico: si intende il debito dello stato nei confronti di altri soggetti, individui, imprese, banche o soggetti stranieri, che hanno sottoscritto obbligazioni (come BOT e CCT) destinate a coprire il fabbisogno finanziario statale. La spesa per gli interessi corrisposti ai detentori delle obbligazioni statali viene indicata come servizio del debito.
Al 31 Dicembre 2006 il D.P. dell’Italia era di 1.575.346.000.000 euro (ad oggi ha superato i 1600 miliardi di euro).
Prodotto Interno Lordo: è il valore complessivo dei beni e servizi finali prodotti all’interno di un Paese in un certo intervallo di tempo (solitamente l’anno) destinati al consumo finale; non viene quindi conteggiata la produzione destinata ai consumi intermedi inter-industriali, cioè quella parte della produzione riutilizzata e scambiata tra le imprese stesse. È considerato la misura della ricchezza prodotta in un Paese.
Al 31 Dicembre 2006 il PIL dell’Italia era di 1.475.401.000.000 euro
Il rapporto D.P. / PIL da un valore delle capacità economiche di un paese. Più basso è questo valore migliore è la situazione economica del paese in questione.
A questo link potete constatare la situazione italica:
Ma la cosa più interessante arriva adesso: date un occhio a questa mappa mondiale e facciamoci due sane risate!
Quella macchia scura scura in mezzo all’Europa è proprio l’Italia che combatte con Grecia, Egitto, Zimbabwe e Giappone. Si avete capito bene il Giappone. Andiamo quindi ad analizzare il perchè il paese del Sol Levante, esempio di sviluppo tecnologico, si trovi in questa nefasta condizione.
Analizziamo quindi la situazione Giapponese. In seconda posizione mondiale dopo gli USA hanno un PIL triplo a quello dell’Italia ma una popolazione doppia. Il nostro rapprto è dello 107% mentre loro hanno superato il 170%. In entrambi i Paesi gran parte del debito è sottoscritto all’interno, perché in entrambi, semplificando, si può dire che lo Stato è sovraesposto, ma le famiglie sono ricche.
Nel 1994 l’Italia toccò quota 124% ma grazie ai regolamenti imposti da Maastricht ha lavorato per diminuire il deficit di bilancio dall’11% del Pil del 1990 a valori inferiori al 3 per cento, raggiungendo anche risultati in positivo per il deficit primario, al netto cioè della spesa per il finanziamento del debito. Le cause di deficit e debito sono, nei due Paesi, assai diverse. In Italia si tratta di un eccesso di spesa, spesso per cercare o cementare il consenso politico lasciando la cambiale alle generazioni future. Lo Stato cioè ha chiesto ai contribuenti (a quanti pagano le tasse dovute),e poi ha ridistribuito, azione che ai politici è spesso assai gradita. In Italia la pressione fiscale è valutata dall’Ocse peri al 43,3% (dati 2007)del Pil, e considerata più alta da altre fonti, ed è come noto salita ancora con l’ultima Finanziaria. Il totale delle entrate del settore pubblico è stimato (dati 2005) pari al 44% del Pil. In Giappone invece la pressione fiscale è del 25,3, e le entrate pubbliche sono pari al 31% della ricchezza creata, nel 2005. In definitiva il caso italiano è all’insegna dell’eccesso di spesa. Quello giapponese determinato da insufficienti entrate. Mentre il Giappone ha spazi per ricorrere alla leva fiscale, questi sono assai più ridotti in Italia.
Questo per farvi capire che l’unica vera possibilità per risanare l’economia è ridurre le spese (certo si potrebbe ancora tassare ma credo che si sia arrivati alla frutta!). Non a caso sia PDL che PD puntano a questo cercando di snellire la burocrazia italica e diminuendo ministeri, dicasteri e quant’altro. Ma credo che già togliendo quel miliardo di euro che va al finanziamento ai giornali e qualche altro milioncino abbassando le pensioni ai deputati, beh, sarebbe un buon inizio!!!
Un abbraccio
Matteo
Annunci

0 Responses to “Debito pubblico, PIL e … Giappone”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Senso

" ... perchè sopprimere un ideale soffoca il pensiero, esprimerlo senza regole lo rende innocuo ! "

Al giorno d’oggi

marzo: 2008
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Post più letti

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: