22
Gen
08

Un confino confortevole

Sono imbestialito dal qualunquismo italico dei nostri governanti.
Tralasciamo la sovrabbondanza di avvisi di garanzia e di condanne di cui sono colpevoli, tralasciamo anche quella folle necessità della poltrona, tralasciamo anche gli stipendi esagerati, i finanziamenti statali ai partiti, alle testate giornalistiche (il Corriere della sera supera i 23 milioni di euro annui), tralasciamo l’impunità parlamentare e le raccomandazioni, le intercettazioni e i legami con confindustria, tralasciamo.
Ma non scordiamoci e non dimentichiamoci mai della mal amministrazione, dell’incapacità schietta e chiara di gestire e governare il paese, di darci la possibilità di mettere a frutto i nostri diritti.
Negli Stati Uniti ( e non sto parlando della più grande democrazia del mondo) si perdona molto ai politici ma mai il malgoverno.
Noi siamo povere vittime, ma anche carnefici masochiste, perché questa casta al potere l’ abbiamo messa noi e di questo siamo i primi colpevoli.
I nostri nonni avrebbero preso le proprie idee, le avrebbero messe in uno zaino e sarebbero andati a scacciare fuori a calci in culo questi pessimi intellettuali.
Quindi vergogniamoci di noi stessi perché loro sono lo specchio della nostra società, loro sono i nostri rappresentanti. Quindi se a voi piace essere rappresentati da questa immondizia di politicanti continuate a criticarli senza muovere un dito.
Io ho fatto ancora peggio: sono scappato dalla barca che stava affondando, da codardo. Ma da lontano vi incito a lottare a voi che siete ancora lì.
Per voi stessi , per le vostre idee di società per la vostra cultura. Lottare per i vostri diritti e non solo campare andando dietro ai vostri doveri.
Lo stato esiste grazie ai cittadini, non grazie alle istituzioni.
Le leggi gestiscono la società, non la opprimono.
La giustizia è una conquista, non un dono.
Mi fido di voi, trentenni dal futuro grande, mi fido di voi!
Qui vi offrirò sempre un confino confortevole: mangiare tutti i giorni e un letto caldo dove riposare, un po di affetto.
Io vi posso garantire solo questo….
Matte
Annunci

0 Responses to “Un confino confortevole”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Senso

" ... perchè sopprimere un ideale soffoca il pensiero, esprimerlo senza regole lo rende innocuo ! "

Al giorno d’oggi

gennaio: 2008
L M M G V S D
    Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Post più letti

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: